“VENTURE LAB” INTERNAZIONALI PIONIERI DEI FUTURI SVILUPPI DI NGK SPARK PLUG

Ratingen, 19 dicembre 2019

Quando un’azienda produttrice è leader mondiale nel suo campo, ma vuole crescere ancora, ha necessità di attivarsi per cercare nuove opportunità in mercati diversi da quelli già consolidati.

Nel caso di NGK Spark Plug, leader a livello mondiale, specialista nei settori automotive e ceramiche tecniche, l’introduzione di un nuovo audace concetto di “innovazione aperta” sembra destinato a diventare un modello per nuove idee che garantiranno il futuro business dell’azienda verso nuove direzioni orientate all’ambiente.

Nell’ultimo anno, nei tre continenti, i suoi esperti in componenti automobilistici e prodotti ceramici tecnicamente all’avanguardia si sono incontrati con potenziali partner d’affari per discutere dei progressi tecnologici in una vasta gamma di settori, da quello automotive e medico, all’ambiente e all’energia.

Gli incontri si svolgono all’interno di “Venture Labs” appositamente progettati, il primo è stato fondato nel 2018, seguito rapidamente dall’inaugurazione di tutti e tre i Venture Labs l’anno successivo.

I centri sono intesi come “hub” per il pensiero tecnico, collaborativo e creativo, che servono anche da vetrina ispiratrice per alcune delle ultime innovazioni dell’azienda; si trovano a Tokyo, in Giappone, nella Silicon Valley vicino a San Jose negli Stati Uniti, e a Parigi. I tre Venture Lab incarnano il progressivo approccio allo sviluppo del business che è stato sempre più adottato da NGK Spark Plug negli ultimi anni.

Nuovi orizzonti

Secondo Damien Germès, presidente regionale EMEA, presidente e CEO di NGK Spark Plug Europe e Corporate Officer, si tratta di un’iniziativa globale progettata per diventare una delle chiavi della futura espansione dell’azienda.

“Con la creazione di questi Venture Lab stiamo aprendo nuovi orizzonti su nuovi mercati in cui possiamo dare un prezioso contributo”, conferma. “L’industria automobilistica sta attualmente vivendo un cambiamento epocale, spinto da globalizzazione, elettrificazione, digitalizzazione, concorrenza e normative ambientali. Vogliamo, quindi, contribuire a una società sostenibile creando nuovi business in settori con un potenziale di crescita futura, come veicoli di prossima generazione, assistenza medica ed energia ambientale. I nostri Venture Lab ci stanno aiutando a raggiungere questo obiettivo. “

Inoltre i Venture Lab hanno la missione di proporre e implementare miglioramenti concreti del sistema aziendale di NGK Spark Plug in tutto il mondo, come ad esempio la riduzione dei rischi legati allo sviluppo del prodotto e la diminuzione del time-to-market.

Nuovo pensiero

Coinvolgere gli altri, invitare imprese consolidate, così come start-up e parti interessate nel processo di brainstorming e nella ricerca è la chiave del concetto.

Craig Tibbetts, vicepresidente Venture Lab di NGK Spark Plug Inc., mette in pratica questo concetto nella sede della Silicon Valley. “Il Venture Lab è molto più di questi luoghi fisici”, conferma. “È anche un’organizzazione all’interno di NGK Spark Plug, con l’obiettivo di sviluppare nuovi pilastri di business attraverso la collaborazione e la partnership. Noi come gruppo ci dedichiamo a questo impegno a tempo pieno, fungendo da ponte tra le start-up e la nostra azienda. “

Location stimolanti

Le sedi regionali ad ampio raggio di ciascun Venture Lab, aggiunge Germès, sono state tutte accuratamente selezionate. “Spesso le aziende che hanno una lunga storia alle spalle perdono la loro flessibilità mentale, arrivando di fatto a bloccare nuove idee. Per trovare le migliori soluzioni originali volevamo far entrare aria fresca da diverse regioni geografiche e da differenti prospettive.”

Di conseguenza l’azienda ha cercato aree con un ecosistema imprenditoriale ben sviluppato e noto per l’incoraggiamento alle start-up, “acceleratori” che si concentrano sul ridimensionamento delle aziende esistenti e “incubatori” che promuovono l’innovazione per la crescita.

“Ecco perché ci siamo stabiliti nella Silicon Valley, a Parigi e a Tokyo”, afferma Damien Germès. “Sono luoghi pieni di aziende pionieristiche e università all’avanguardia che attirano talento e creatività da tutto il mondo.”

Velocità di cambiamento

Il concetto di Venture Lab offre anche un altro sorprendente vantaggio: la velocità. “L’innovazione è spesso percepita come un processo lento. Ma le idee proposte nei nostri Venture Labs possono essere veloci, momenti illuminanti. Poiché stiamo integrando le nostre tecnologie e competenze con risorse esterne, possiamo creare rapidamente nuove attività di investimento. Se un progetto sembra interessante, possiamo procedere il giorno stesso!”, afferma Germès.

Sebbene si sia solo agli inizi per avere dei risultati dai Venture Labs, NGK Spark Plug ha già una comprovata esperienza per l’applicazione delle proprie competenze in nuovi campi.

Ad esempio, l’azienda è uno sviluppatore di celle combustibili a ossidi solidi (SOFC) – un promettente sistema sostenibile alternativo per generare energia – e nel 2019 ha annunciato una joint-venture rivoluzionaria con altri specialisti per commercializzare con successo la SOFC.

Un’altra innovazione è Fenom PRO ™, un sistema non invasivo per l’analisi del respiro realizzato dalla start-up Spirosure, che utilizza la tecnologia elettrochimica per aiutare gli ospedali a individuare l’infiammazione delle vie aeree nei pazienti.

A Los Angeles, negli Stati Uniti, NGK Spark Plug sta anche collaborando con un’altra start up, Neural Analytics, su un sistema a ultrasuoni per misurare e monitorare la salute del cervello.

Ogni iniziativa selezionata, sintetizza Damien Germès, deve soddisfare alcuni criteri comuni. “In tutti i casi deve essere sfruttato al meglio il nostro know-how tecnico al fine di escludere la concorrenza e, soprattutto, dobbiamo sentirci interessati e coinvolti e avere un obiettivo forte. È chiaro che i nostri Venture Lab già svolgono un ruolo inestimabile in questo processo.”

L’esperienza di Venture Lab

I Venture Lab di NGK Spark Plug a Tokyo e nella Silicon Valley sono progettati per:

● spazi dedicati alle esposizioni, al brainstorming e al caffè e sono costruiti secondo moderni design architettonici;

● display illustrano le tecnologie fulcro dell’azienda e le ultime innovazioni – dalle candele d’accensione ai semiconduttori sino a tutte le batterie a lunga durata e alle ossa artificiali – per mezzo della realtà aumentata (AR) su iPad.

● concetti e idee futuristici sono presentati attraverso proiezioni su larga scala su pareti di lunghezza compresa tra 10 e 16 m.

Il potenziale di Parigi

Il Venture Lab di Parigi, aperto a maggio, svolge un ruolo importante nello sviluppo del business di NGK Spark Plug in Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA).

Come rivela Damien Germès: “Parigi ha un nuovo ecosistema economico estremamente positivo ed energico. Stiamo già esplorando una serie di potenziali iniziative che potrebbero creare ulteriori opportunità e una rapida crescita. Numerosi centri tecnologici europei in Francia, Germania, Regno Unito, Paesi Nordici, nonché nell’Europa Orientale, sono solo a poche ore di volo o di treno. Parigi rappresenta anche una buona via di accesso a Israele, dove vengono create molte società di capitali con tecnologia ultra avanzata.”

About NGK Spark Plug:

Nel mondo: NGK Spark Plug è uno dei principali fornitori di prodotti automotive e ceramiche tecniche, con sede centrale a Nagoya, in Giappone, e organizzazioni di vendita e impianti di produzione in tutto il mondo.

Il settore automotive dell’azienda è specializzato nei campi dell’accensione e della tecnologia applicata ai sensori, e fornisce clienti in Primo Impianto in tutto il mondo.

Per l’Aftermarket, il suo portafoglio di prodotti comprende candele, candelette, bobine di accensione e cavi con il marchio NGK Ignition Parts. Con il marchio NTK Vehicle Electronics, l’azienda offre sensori ossigeno (compresi i sensori di NOx), sensori temperatura dei gas di scarico (EGTS), sensori MAF e sensori MAP, nonché sensori velocità e posizione.

Con circa 16.000 dipendenti, le attività dei comparti automotive e ceramiche tecniche dell’azienda generano un fatturato annuo globale di circa 3,5 miliardi di euro in tutto il mondo.

Le vendite EMEA di NGK Spark Plug (comprese le sue filiali in UE, Regno Unito, Francia ed Eurasia) rappresentano il 26,1% di questo fatturato globale.

NGK Spark Plug opera in tutti i continenti e conta 41 società nel gruppo, 29 impianti di produzione e quattro centri tecnici.

Aftermarket EMEA: NGK Spark Plug è cresciuta in maniera molto significativa in tutto il mercato aftermarket da quando negli anni 70 ha ampliato il suo campo di attività, oltre i ricambi per motociclette, ed entrando nel settore automotive.

Con un eccezionale impegno in termini di qualità, tecnologia, ricerca e sviluppo, l’azienda è diventata la numero uno al mondo per candele e sensori ossigeno, nonché un fornitore leader di candelette, bobine di accensione e cavi, nonché di ulteriori tecnologie applicate ai sensori.

Il quartier generale regionale di NGK Spark Plug a Ratingen, in Germania, serve il mercato aftermarket in Europa, Medio Oriente e Africa. Nella regione EMEA l’azienda ha dieci società del gruppo e più di 1.000 dipendenti, oltre a due stabilimenti produttivi in Francia e in Sudafrica e un centro tecnico in Germania.

Per maggiori informazioni consultare il sito http://www.ngkntk.com/

Per informazioni contattare

Enrico Lo Russo
Manager Marketing Aftermarket Italy
NGK SPARK PLUG EUROPE GmbH
Branch Office in Italy
Via delle Azalee 15 · I-20090 Buccinasco (Milano) · www.ngkntk.it
Tel: +39.02.488.869.13
Cell: +39.340 4931.275
E-mail: lorusso@ngkntk.it