HONDA ITALIA INDUSTRIALE RICONOSCE NGK SPARK PLUG EUROPE FORNITORE DI ECCELLENZA

// ATESSA, 04.08.2020

NGK Spark Plug Europe GmbH è stata premiata da Honda Italia Industriale SPA con il “Quality Award 2020”.
L’azienda nipponica ha voluto così riconoscere la lunga collaborazione che la lega a NGK-NTK, specialista mondiale in prodotti per l’accensione e sensoristica, che da oltre 15 anni ha fornito al produttore di moto e scooter, candele, sonde lambda e cappucci.

Un riconoscimento che ha voluto premiare oltre alla qualità dei prodotti e del servizio, anche la capacità di soddisfare le richieste e di offrire sempre un supporto determinante ad Honda nelle varie fasi di progettazione e sviluppo dei nuovi modelli a due ruote. Un premio ambito, che è stato assegnato solo a quei pochissimi fornitori capaci di raggiungere performance di altissimo livel E quest’anno Honda ha deciso di riconoscerlo a solo 5 aziende una delle quali, appunto NGK-NTK.

In questi 12 mesi, il rapporto di collaborazione con Honda si è oltremodo rafforzato attraverso un impegno costante da parte di NGK-NTK e questo nelle politiche di “awarding” recentemente riavviate da Honda, non poteva che essere gratificato attraverso un segno tangibile: il riconoscimento di fornitore d’eccellenza.

NGK SPARK PLUG:
Worldwide
: NGK SPARK PLUG è uno dei principali fornitori di ceramiche tecniche e automobilistiche al mondo, con sede centrale a Nagoya, in Giappone, e organizzazioni di vendita e stabilimenti di produzione in tutto il mondo. La divisione automotive dell’azienda è specializzata nei settori dell’accensione e della sensoristica e rifornisce i clienti primo equipaggiamento (OE) in tutto il mondo. Per quanto riguarda il mercato l’Aftermarket (AM), il portafoglio prodotti dell’azienda comprende candele, candelette, bobine di accensione e cavi con il marchio NGK Ignition Parts. Con il marchio NTK Vehicle Electronics, l’azienda offre sensori di ossigeno (inclusi sensori NOx), sensori di temperatura dei gas di scarico (EGTS), sensori di flusso d’aria di massa (MAF) e sensori di pressione assoluta / boost (MAP) del collettore, nonché sensori di velocità e posizione del motore (ESPS). Con circa 16.400 dipendenti, le attività dell’azienda nel settore automotive e della ceramica tecnica generano un fatturato annuo totale di circa 3,7 miliardi di euro in tutto il mondo. Le vendite della regione EMEA di NGK SPARK PLUG rappresentano il 27% del fatturato globale. NGK SPARK PLUG opera in tutti i continenti e conta 43 società del gruppo, 33 stabilimenti produttivi e cinque Centri Tecnici.

Aftermarket EMEA: NGK SPARK PLUG è cresciuta in maniera molto significativa in tutto il mercato aftermarket da quando negli anni ‘70 ha ampliato il suo campo di attività, oltre i ricambi per motociclette, ed entrando nel settore automotive.

Con un eccezionale impegno in termini di qualità, tecnologia, ricerca e sviluppo, l’azienda è diventata la numero uno al mondo per candele e sensori ossigeno, e un fornitore leader di candelette, bobine di accensione e cavi, nonché di ulteriori tecnologie applicate ai sensori.
Il quartier generale regionale di NGK Spark Plug a Ratingen, in Germania, serve il mercato aftermarket in Europa, Medio Oriente e Africa. Nella regione EMEA l’azienda ha sei società del gruppo e più di 1.000 dipendenti, oltre a due stabilimenti produttivi in Francia e in Sudafrica e un centro tecnico in Germania.


Per maggiori informazioni visitare il sito: http://www.ngkntk.com/

VERSO L’INFINITO E OLTRE! NGK SPARK PLUG & HAKUTO-R PUNTANO A TESTARE LE LORO BATTERIE ALLO STATO SOLIDO SULLA LUNA

// RATINGEN, 05.10.2020

NGK SPARK PLUG, specialista leader mondiale nel campo dell’accensione e della sensoristica, è un’azienda che guarda dritto verso il futuro. Sfruttando le proprie competenze in materia di ceramica, NGK SPARK PLUG sta contribuendo alla realizzazione di idee e imprese visionarie, come l’esplorazione commerciale della luna, ponendosi in prima linea per lo sviluppo della mobilità di domani.

Interessantissimi progressi sono stati raggiunti da NGK SPARK PLUG nell’ambito della tecnologia delle batterie allo stato solido, che sono ad oggi considerate il futuro dello stoccaggio di energia; grazie al prestigioso know-how tecnologico, l’azienda è diventata corporate partner di HAKUTO-R, un programma commerciale di esplorazione lunare internazionale gestito da ispace. L’esperienza di NGK SPARK PLUG ha reso possibile l’invio di un prototipo di batteria allo stato solido nello spazio: questa nuova tecnologia sarà trasportata sulla Luna a bordo del lander lunare “Mission 1”, dove verrà sottoposta a rigorosi test.

Parlando del ruolo di NGK SPARK PLUG in questa impresa, Takeshi Hakamada, Founder & CEO di ispace ha dichiarato: “Una fonte di energia stabile sarà il fattore più critico per permettere all’industria di raggiungere la luna. In sintesi questo significa che il contributo di NGK SPARK PLUG faciliterà l’espansione della presenza umana nello spazio.”

Il lander “Mission 1” sarà lanciato nello spazio insieme al razzo SpaceX’s ‘Falcon 9’ nel 2022; il lancio, originariamente previsto per il 2021, è stato posticipato negli ultimi mesi. La costruzione del lander inizierà in Giappone nel 2021; l’assemblaggio finale, le varie integrazioni del modulo e i test (AIT) saranno effettuati da ArianeGroup GmbH presso le strutture di Lampoldhausen, in Germania; terminata questa fase, il lander sarà trasportato a Cape Canaveral, USA, per il lancio.

Nonostante sia una tecnologia emergente e non ancora sul mercato per usi pratici, diversi tipi di batteria allo stato solido sono attualmente in via di sviluppo. Con più di 80 anni di esperienza nella tecnologia ceramica, NGK SPARK PLUG ha portato avanti con costanza la ricerca e lo sviluppo di batterie con “elettrolita ceramico a base di ossido”, con l’obbiettivo di garantire un intervallo di temperatura di funzionamento più ampio e una maggiore sicurezza. La scelta dell’ossido elimina il rischio di combustione e perdite di gas pericolose. L’azienda, inoltre, ha sviluppato una capacità unica di non sinterizzazione dell’elettrolita a base di ossido, invece del metodo più comune di sinterizzazione. Questo significa che sarà in grado di produrre batterie di diverse dimensioni per diverse applicazioni.

Nelle esplorazioni lunari e spaziali, l’attuale soluzione per la fornitura di energia consiste nell’attaccare un generatore elettrico a batterie elettrolitiche; in questo modo la batteria evita il congelamento, producendo calore da fonti come gli isotopi radioattivi, che comportano un certo grado di pericolo. Sulla luna, le nuove batterie verranno testate in condizioni estreme, fino a -150°C, che sono frequenti durante le notti lunari e nelle regioni perennemente in ombra ai poli della Luna. Batterie in grado di resistere a questo tipo di condizioni rappresenterebbero una fonte stabile di immagazzinamento di energia indispensabile per lo sviluppo della fiorente industria lunare.

Commentando questa affascinante opportunità, Damien Germès, President & CEO di NGK SPARK PLUG EUROPE GmbH, Regional President EMEA e Corporate Officer del Global Headquarters in Giappone, ha dichiarato: “Siamo molto entusiasti del potenziale della tecnologia delle nostre batterie allo stato solido, e lo siamo altrettanto di essere Corporate Partner e fornitore accreditato per il programma HAKUTO-R. I test della nostra tecnologia in condizioni estreme, come quelle lunari, sono l’ideale per migliorare ulteriormente le performance delle nostre batterie allo stato solido. E’ sempre stato nel DNA della nostra azienda l’esplorazione di nuove possibilità e testare i propri prodotti in condizioni estreme verso molteplici sfide future”.

NGK SPARK PLUG AUMENTA ULTERIORMENTE LA COPERTURA DEL PARCO CIRCOLANTE CON IL LANCIO DI 12 NUOVI CODICI CANDELA CON METALLI PREZIOSI

// RATINGEN, 29.09.2020

NGK SPARK PLUG, specialista leader mondiale dell’accensione e della sensoristica, ha annunciato il lancio di 12 nuove candele nella gamma Aftermarket. Per la maggior parte si tratta di candele con doppio riporto in metalli preziosi, di cui 5 completamente nuove per il mercato, che garantiranno una copertura di oltre 3,5 milioni di veicoli entro il 2023, espandendo ulteriormente la già vasta gamma di prodotti. Ogni nuovo codice candela è in linea con il primo impianto NGK, offrendo al mercato la rinomata qualità dei prodotti dell’azienda.

Il lancio di queste candele, che coprono diverse applicazioni ad alta movimentazione, è avvenuto in quattro fasi nei mesi di maggio, luglio, agosto e settembre. Undici di questi nuovi codici sono candele con doppio riporto in lega all’Iridio e al Platino, mentre una doppio riporto al Platino.

Rilasciati a maggio e a luglio, i codici DILKAR7D11H, ILTR6R8G, DILKR6A11 e DILZKR7B11GS offrono un’alta resistenza all’usura, mentre le candele DILKAR7D11H e ILTR6R8G rappresentano una vera avanguardia per il mercato aftermarket. Il codice DILKAR7D11H copre diverse applicazioni chiave Nissan e Renault, come ad esempio Nissan Qashqai II, X-Trail e Renault Koleos, mentre il codice ILTR6R8G offre grandi prestazioni per le recenti applicazioni Ford come Ford Focus 1.5 EcoBoost e Focus 2.3 RS. Inoltre Il codice DILKR6A11 copre un considerevole numero di applicazioni Hyundai/Kia come Hyundai Santa Fe 2.4 e Kia Sorento, mentre la candela DILZKR7B11GS viene installata su diverse autovetture Honda come Civic e CR-V.

Il mese di agosto ha visto invece il lancio di ulteriori 6 codici candela con metallo prezioso; il codice ZKR7BI-10 è stato sviluppato ad hoc per le applicazioni Fiat e Jeep, mentre i codici SILZKFR8D7G e SITR7A11G sono pionieristici per l’aftermarket; il primo copre una vasta gamma di applicazioni Mercedes, Dacia e Renault, mentre il secondo è stato studiato per vari modelli Aston Martin, come DP9, Rapide, V12 e Vanquish. I codici DILKAR7E11HS e DILKAR8A8 vengono installati su diverse applicazioni Nissan come Micra IV, Note II e GT-R, mentre il codice IKER7A8EGS può essere montato su recenti applicazioni Audi, Škoda, Volkswagen e Seat, come ad esempio Audi A1 30TFSi, Škoda Kamiq 1.0 TSi e Volkswagen Caddy 1.0 TSi Blue Motion.

I codici candela PKER7A8DES e ILTR6S8 sono state lanciati a settembre, con il secondo codice che copre applicazioni Ford più recenti come Focus e Explorer, novità assoluta per per l’aftermarket. In aggiunta a questo, il codice PKER7A8DES viene installato su un alto numero di veicoli GPL Seat, Škoda e Volkswagen, come Volkswagen Polo 1.0 TGi Blue Motion.

Ad eccezione del codice “Laser Platinum” PKER7A8DES che presenta con riporti in Platino sull’elettrodo centrale e su quello di massa per garantire un’ottima accendibilità per tutta la durata della candela, tutte le altre nuove candele si aggiungono alla ricca gamma “Laser Iridium” NGK. Queste candele presentano l’elettrodo centrale con riporto in lega all’Iridio e l’elettrodo di massa con riporto in lega al Platino per garantire performance ottimali e una grande durata. Complessivamente le nuove 12 candele copriranno oltre 2 milioni di applicazioni in tutta Europa nel 2020 e il numero è destinato ad aumentare fino a 3,5 milioni di vetture entro il 2023: un aumento del 68% in 3 anni.

L’inclusione dei 12 nuovi codici candela alla gamma Aftermarket di NGK SPARK PLUG dimostra come la dedizione dell’azienda nel voler estendere la già ampia copertura del parco circolante. Xavier Pesca, Director Global PIMs & Head of Category Management EMEA Aftermarket di NGK SPARK PLUG EUROPE conferma: “In qualità di maggior fornitore mondiale OE di candele d’accensione per le 4 ruote, la nostra passione ruota attorno alla produzione della candela perfetta per ogni specifico veicolo. Il nostro impegno nella produzione di prodotti d’accensione e di sensoristica di alta qualità è la ragione per cui aziende di livello mondiale come Ford, Renault-Nissan, Volkswagen e molti altri si rivolgono a noi e alla nostra esperienza per la fornitura OE.”

I quattro codici lanciati a maggio e a luglio sono già stati inseriti su TecDoc; i codici lanciati ad agosto verranno inseriti ad ottobre, mentre i due codici lanciati a settembre saranno presenti su TecDoc da Novembre.

Tutti i nuovi codici saranno presenti sul prossimo catalogo candele dell’azienda. Potrete trovare ulteriori dettagli su www.ngkntk.com.

DAMIEN GERMÈS PARLA DEL FUTURO E DELLE RECENTI PERFORMANCE DELL’AZIENDA IN QUESTO PARTICOLARE MOMENTO STORICO SENZA PRECEDENTI

// RATINGEN, 02.09.2020

Nel corso di una lunga intervista Damien Germès, Presidente & CEO di NGK SPARK PLUG EUROPE GmbH, Regional President EMEA e Corporate Officer del Global Headquarters in Giappone, si è espresso sul futuro a medio e lungo termine dello specialista leader mondiale dell’accensione e della sensoristica, sulle recenti performance finanziarie dell’azienda e sull’attuale situazione mondiale.

  1. Mr Germès, partiamo per prima cosa dai risultati raggiunti. Come descriverebbe le performance ottenute dall’azienda nel corso dello scorso anno fiscale terminato il 31 Marzo 2020?

DG: NGK SPARK PLUG ha avuto performance impressionanti lo scorso anno fiscale, con un fatturato globale di 3,7 miliardi di Euro, una cifra che deve rendere orgogliose tutte le persone che lavorano per questa azienda. Questa cifra rappresenta uno storico record di vendite per l’azienda, con un incremento rispetto al precedente anno fiscale nonostante gli effetti negativi legati al Covid-19 nel primo trimestre del 2020. Tutte le divisioni del gruppo hanno contribuito a questo risultato. La divisione Automotive Components Group, che comprende OE e AM, ha continuato ad ottenere ottimi risultati, con uno sviluppo delle vendite quasi doppio rispetto alla media del settore Automotive. Inoltre, la crescente divisione Technical Ceramics Group, che include i prodotti medicali, ha mostrato risultati molto promettenti contribuendo per il 18% del fatturato globale annuo. Le performance dello scorso anno fiscale dimostrano ancora una volta che la nostra è un’azienda forte dal punto di vista finanziario e molto ben attrezzata per affrontare e superare l’attuale situazione straordinaria globale.

  1. Lei supervisiona la regione EMEA dell’azienda. Come è andato lo scorso anno fiscale per questa regione in particolare?

DG: Personalmente sono molto soddisfatto dello sviluppo della regione EMEA, che sta dando sempre maggior contributo alle performance generali dell’azienda, rappresentando il 27% delle vendite mondiali. Il nostro business è cresciuto sia nell’OE che nell’AM lo scorso anno, con una crescita delle vendite del 5% sia sulle candele che sulle candelette e con i sensori d’ossigeno che hanno fatto registrare un incremento delle vendite intorno al 10%.

Questi risultati sono la testimonianza dell’alto grado di soddisfazione dei nostri clienti. La customer satisfaction è sempre stato un fattore cruciale per noi ed ora i livelli sono particolarmente alti. La divisione OE è stata insignita del premio Smart Brand Pillar World Excellence Award dalla Ford Motor Company durante il 21° Annual Ford World Excellence Awards per aver raggiunto il massimo livello di qualità, costi, performance e logistica. Oltre a questo, l’AM è stato premiato come “Supplier of the Year” da Autodistribution International (ADI). Inoltre, il nostro Net Promoter Score (NPS), che misura la propensione di un cliente a raccomandare un’azienda ad altri, ha ottenuto un punteggio record di 65 punti per la nostra divisione AM, ben più alto dei 44 di media del settore.

  1. La pandemia di Covid-19 ha avuto un impatto senza precedenti sul business a livello globale. Che tipo di effetti ha potuto notare sul fatturato complessivo dell’azienda durante lo scorso anno fiscale? Ha portato comunque delle opportunità?

DG: Al momento è ancora difficile valutare il vero impatto complessivo che il Covid-19 avrà sulla nostra azienda, ma NGK SPARK PLUG è un’azienda forte, stabile e allo stesso tempo innovativa, ben equipaggiata per affrontare queste sfide e persino trasformarle in opportunità. Un esempio di questo lo possiamo trovare nell’esperienza positiva che stiamo sperimentando con un ambiente di lavoro più flessibile per i nostri dipendenti, oppure con l’accelerazione dei processi di digitalizzazione che erano già stati messi in atto in passato.

Inoltre, la pandemia ha creato una grande opportunità per la nostra divisione medicale. Qualcuno potrebbe essere sorpreso, ma NGK SPARK PLUG è attiva da diversi anni nell’industria medicale. Solo per fare un esempio, la nostra controllata, CAIRE Inc., che è stata acquisita nel 2018, ha avuto un considerevole aumento di domanda per i suoi equipaggiamenti d’ossigeno, confermando l’ottimo investimento fatto da NGK SPARK PLUG.

  1. Si stima che l’impiego dei motori a combustione interna sui veicoli vedrà un forte declino intorno alla metà del 2030. Come si sta preparando NGK SPARK PLUG ad affrontare questa nuova sfida?

DG: sebbene i motori a combustione interna verranno utilizzati sempre meno, le persone continueranno ad utilizzare le auto in futuro, solo che avranno una diversa potenza motrice. Questo significa che la nostra divisione Automotive rimarrà comunque importante per noi, solo che il focus si sposterà su tipologie di prodotti differenti.

A parte questo, le strutture di NGK SPARK PLUG sono già state implementate per permettere all’azienda di trasformarsi grazie alla nascita di nuovi business e nuovi prodotti, che stanno cominciando a dare i loro frutti. Ci si aspetta da questi nuovi prodotti un incremento di rendimento nei prossimi 10-20 anni.

Abbiamo pianificato investimenti in nuovi e crescenti business, con l’obiettivo di avere entro il 2030 circa il 40% del fatturato complessivo derivante da vendite di prodotti non collegati al motore a combustione interna e di aumentare questa percentuale fino al 60% entro il 2040.

  1. Come vede l’adattamento futuro dell’azienda in relazione al tema del cambiamento climatico?

DG: Parte della filosofia della compagnia, chiamata “Nittoku Way”, consiste nel senso di responsabilità dell’azienda verso le generazioni future. Per combattere il cambiamento climatico occorre uno sforzo collettivo e noi stiamo facendo la nostra parte. I nostri prodotti d’accensione e i nostri sensori contribuiscono già da anni a ridurre le emissioni di CO2 . Inoltre siamo alla costante ricerca di business sostenibili. Questi includono Oxide Fuel Cells, batterie allo stato solido e Power To Gas / PTG, che hanno già dimostrato interessanti opportunità.

  1. Lo sviluppo di tecnologie, prodotti e business che contribuiscono positivamente alle questioni sociali sono della massima importanza per NGK SPARK PLUG. Quale di questi futuri sviluppi la entusiasma maggiormente?

DG: Tutte le aree sono entusiasmanti e mostrano un grande potenziale. Ora è necessario acquisire una conoscenza più diversificata perché condivideremo domini di business diversi con nuovi concorrenti. La nostra visione del 2040, chiamata “Beyond ceramics, eXceeding imagination” detta la strada per il futuro operato dell’azienda, che ha bisogno di reinventarsi e operare dei cambiamenti rispetto al presente. Con il nostro Management Plan a lungo termine, chiamato “NITTOKU BX”, abbiamo posto le basi per i prossimi 10 anni che illumineranno il percorso della compagnia verso il raggiungimento della nostra visione aziendale.

“NITTOKU BX” consentirà alla nostra azienda di creare business consolidati in quattro campi differenti, il che ci consentirà di rimanere competitivi sul lungo periodo.

Lavorare perseguendo questi obbiettivi consentirà ad NGK SPARK PLUG di contribuire al benessere della società, di rafforzare le proprie fondamenta e di cogliere nuove opportunità di business.

  1. Può dirci di più riguardo questi business di consolidati?

DG: I 4 pilastri del nostro business futuro sono: “Ambiente & Energia”, “Mobilità”, “Prodotti Medicali”, “Comunicazione” e sono tutti pensati e strutturati sulla base dei 17 ‘Sustainable Development Goals’ (SDGs) definiti dall’ONU.

Tuttavia, le nostre competenze chiave di oggi apriranno la strada allo sviluppo di soluzioni innovative ed entusiasmanti in queste quattro aree. Per me la sfida più eccitante sarà quella legata alla trasformazione della “Mobilità”, poiché la nostra azienda ha già una posizione molto forte in questo settore che sta subendo una trasformazione radicale. Continueremo a ricoprire un ruolo importante nel campo della “Mobilità” in futuro. Estenderemo la nostra offerta, ad esempio, fornendo servizi di manutenzione su misura per adattarsi agli stili di vita dei nostri clienti, nonché Mobility-as-a-Service (MaaS) per soddisfare esigenze speciali. Inoltre, le nostre radici nella ceramica continueranno a dare un contributo significativo all’azienda, con componenti ceramici utilizzati per migliorare la potenza nei veicoli elettrici.

  1. Quali sono i principali obiettivi per i prossimi 10 anni?

DG: Negli ultimi 10 anni abbiamo fatto molti progressi nelle nostre attuali aree di business. Il principale obiettivo a lungo termine è la trasformazione del nostro attuale business portfolio tramite investimenti in nuovi business. Queste pietre miliari andranno di pari passo con un chiarimento delle responsabilità organizzative, oltre che a creare una forte cultura del “Cambiamento con Volontà” all’interno della nostra azienda in modo da poter raggiungere la nostra visione.

  1. Potrebbe approfondire i piani dell’azienda riguardo la promozione della riforma culturale e della diversità in relazione alle risorse umane?

DG: promuovere la riforma culturale e la diversità all’interno della nostra azienda significa costruire avere dei dipendenti che riflettano la nostra diversità globale. Questo vuol dire diventare un’azienda più progressista dove viene data la precedenza alla promozione di valori comuni a vantaggio di tutti i dipendenti. Un’azienda in cui i dipendenti sono stimolati a pensare fuori dagli schemi e a prendere dei rischi. Questo include anche la promozione di un numero maggiore di donne in posizioni strategiche, e lo stesso vale per i cittadini stranieri che si candidano per lavorare per noi. Dovrà sempre essere il miglior candidato possibile ad ottenere il lavoro, indipendentemente dal genere o dalla nazionalità.

  1. Il “Nittoku Way” è stata la filosofia di management che ha guidato l’azienda fino ad ora. Come verrà riportata all’interno della nuova visione, il “NITTOKU BX”?

DG: “Nittoku Way” continuerà ad essere la nostra filosofia, che contiene e spiega i quattro valori su cui si basa l’operato dell’azienda: “Fai del tuo meglio, onestamente”, “Credi nei tuoi punti di forza e agisci con iniziativa”, “Unisci le tue forze con le persone di tutto il mondo, utilizzando in modo positivo le diversità di ciascuno” e “Non rinunciare mai al tuo scopo, sforzati e impegnati con determinazione sino alla fine”. Questi punti formano la base del “NITTOKU BX”: “BX”, due lettere prese dalla visione 2040 “Beyond ceramics, eXceeding imagination’, si aggiungono al Nittoku, fondendo il passato e il futuro ed indicando la strada da intraprendere nei prossimi 20 anni. Durante questo periodo NGK SPARK PLUG diventerà un’azienda che convive con il mondo e la società, con risorse umane diversificate, che riflettono la nostra cultura del “Cambiamento con Volontà”.

  1. Beyond ceramics, eXceeding imagination’ è la vision a lungo termine che accompagnerà l’azienda fino al 2040. Come descriverebbe questa nuova strada intrapresa?

DG: Questa visione è il perfetto riassunto della nuova emozionate direzione che NGK SPARK PLUG sta prendendo. Sebbene la nostra azienda affondi le proprie radici nella manifattura della ceramica, noi la trasformeremo in un’organizzazione con più sfaccettature, composta da individui appassionati che lavorano insieme per affrontare nuove sfide al fine di realizzare una società migliore.

NGK SPARK PLUG diventerà un’azienda che trascende l’immaginazione, con tecnologie che non avranno barriere.

CAIRE INC. SUPPORTA IL GRUPPO CSR DI NGK SPARK PLUG RISPONDENDO ALLA CRESCENTE DOMANDA DI STRUMENTAZIONE DI OSSIGENO

RATINGEN, 10.06.2020

NGK SPARK PLUG CO., LTD, leader mondiale nel campo dell’accensione e della sensoristica, non è rinomata solo per tecnologia superiore e le soluzioni innovative in diversi settori, ma anche per la solida esperienza nel business. Questa caratteristica è stata dimostrata nel 2018 con l’acquisizione di CAIRE Inc., multinazionale produttrice di strumentazione di ossigeno, business che attualmente sta occupando un ruolo centrale nella lotta mondiale contro il coronavirus (Covid-19).

Coerentemente con la propria politica a medio termine denominata “Accelerating Current & New Businesses”, NGK SPARK PLUG ha investito risorse per sviluppare prodotti in tre aree di business dove è stata stimata una crescita: “Ambiente ed Energia”, “Automobili di nuova generazione” e “Prodotti Medicali”.

Il settore medicale ha sviluppato e venduto prodotti per la concentrazione dell’ossigeno in Giappone dal 1999; la crescente domanda per i concentratori portatili dell’ossigeno ha portato all’acquisizione di CAIRE Inc. (US) e delle sue filiali BioMedical Limited (UK) e Chart BioMedical (Chengdu) Co., Ltd (China).

Con oltre 50 anni di esperienza nella produzione di strumentazioni portatili e fisse per l’ossigenoterapia domestica, nonché nella produzione di soluzioni chiavi in mano per gli ospedali, CAIRE Inc. sta dando un grande contributo nella lotta contro il Covid-19, oltre che al business di NGK SPARK PLUG group.

CAIRE Inc. , presente sul mercato con i brand CAIRE®, AirSep®, HELiOS™ e SeQual®, ha aumentato la produzione per rispondere rapidamente alla crescente domanda di strumentazione per l’ossigenoterapia utilizzata per il trattamento delle forme più gravi di Covid-19. Mettendo sempre la sicurezza dei dipendenti davanti a tutto, CAIRE Inc. è stata in grado di reagire in maniera efficace al picco di domanda – in modo particolare per i concentratori d’ossigeno, i contenitori d’ossigeno e i generatori – aggiungendo turni di produzione, prolungando l’orario di funzionamento delle proprie strutture negli Stati Uniti e in Cina, oltre al potenziamento dei servizi di distribuzione a livello globale.

Earl Lawson, Presidente e CEO di CAIRE Inc. ha dichiarato: “Nel momento in cui il Covid-19 si è diffuso nelle ultime settimane, abbiamo visto aumentare in maniera drammatica la richiesta di concentratori di ossigeno fissi, contenitori d’ossigeno e generatori d’ossigeno commerciali da parte dei nostri clienti in tutto il mondo – in modo particolare da quelli provenienti dalle aree più colpite dalla pandemia. L’azienda ha reagito in maniera rapida per rispondere velocemente alla crescente domanda di soluzioni per l’ossigenoterapia.”

Damien Germès, Regional President EMEA, President & CEO NGK SPARK PLUG EUROPE GmbH e Corporate Officer of the Global Headquarter, ha dichiarato: “Siamo estremamente orgogliosi del contributo che CAIRE Inc. ha dato durante questa situazione senza precedenti. L’acquisizione della compagnia nel 2018 si è rivelata una scelta saggia che ha portato vantaggi a tutte le parti coinvolte. Dal momento del suo ingresso all’interno di NGK SPARK PLUG group, CAIRE Inc. ha contribuito a rafforzare il nostro business di prodotti d’ossigeno a livello mondiale, beneficiando a sua volta della nostra catena del valore globale.

Oltre al contributo diretto apportato da CAIRE Inc., NGK SPARK PLUG ha messo in atto diverse attività di supporto per fronteggiare questo periodo difficile. L’azienda ha donato equipaggiamento di protezione personale (PPE) alle istituzioni mediche in tutto il mondo. In particolare, sono state distribuite circa 37.000 mascherine e diversi dispositivi per la protezione degli occhi stampati in 3D e distribuiti gratuitamente nelle istituzioni mediche delle aree dove il Gruppo è presente. Le responsabilità sociali ed ambientali sono sempre state una parte fondamentale della filosofia di NGK SPARK PLUG. L’impegno proattivo dimostrato in questa situazione critica è la prova dei valori fondamentali dell’azienda.

About NGK SPARK PLUG:

Worldwide:

NGK Spark Plug è uno dei principali fornitori automotive e ceramiche tecniche con sede centrale a Nagoya, Giappone, e sedi commerciali e impianti di produzione in tutto il mondo. Specializzato nel campo dell’accensione e della tecnologia dei sensori, l’Azienda rifornisce clienti Primo Equipaggiamento e Aftermarket in tutto il mondo. Il portfolio prodotti comprende candele di accensione, candelette, bobine e cavi di accensione con il brand NGK Ignition Parts, così come sensori di massa, sensori di pressione, sonde lambda, sensori della temperatura del gas di scarico e sensori NOx con il brand NTK Vehicle Electronics. NGK è il leader mondiale per la produzione di candele di accensione, candelette di preriscaldo e sonde lambda. L’azienda gestisce impianti di produzione e le organizzazioni di vendita in tutto il mondo. Con 14.500 dipendenti, l’azienda genera un fatturato annuo di oltre 3.5 miliardi di euro. Le vendite nella regione Europea (che include le filiali in EU, UK, Francia e Eurasia) rappresentano il 26,1% del fatturato totale della società. NGK è presente in tutti i continenti con 41 Filiali, 29 impianti produttivi e 5 Centri Tecnici

Aftermarket EMEA:

negli anni ’70 NGK Spark Plug ha avuto una crescita significativa nel mercato Aftermarket, grazie all’espansione del proprio business a tutto il mercato automotive, oltre che a quello due ruote. Con un chiara vocazione alla qualità, tecnologia e ricerca&sviluppo, l’azienda è diventata la numero uno nella produzione di candele e sensori ossigeno e leader nella fornitura di candelette, bobine, cavi e sensoristica. Organizzativamente, il quartier generale di Ratingen in Germania serve clienti in tutta Europa, Medio oriente e Africa. Nella zona EMEA sono presenti 10 società del gruppo e circa 1000 dipendenti, oltre a 2 impianti produttivi in Francia e Sud Africa e un centro tecnico in Germania. 

About CAIRE Inc.:

CAIRE Inc., con sede a Ball Ground , Stati Uniti, è uno dei principali produttori di strumentazione d’ossigeno da più di 50 anni. Il suo portfolio prodotti, commercializzato tramite i brand AirSep®, CAIRE®, HELiOS e SeQual®, include strumentazioni portatili e fisse per l’ossigenoterapia domestica, nonché soluzioni chiavi in mano per le attività commerciali. I prodotti di CAIRE Inc trovano applicazione nell’ambito domestico, ospedaliero, militare e industriale.

www.caireinc.com

SUGGERIMENTI E TRUCCHI PER EVITARE I PROBLEMI DI ACCENSIONE PIÙ COMUNI

Ratingen, 04.06.2020

NGK Spark Plug, specialista nei prodotti di accensione e sensori a livello mondiale, offre ai clienti una garanzia legale su tutti i suoi prodotti, comprese le candele e le candelette.

Tutti i prodotti resi in garanzia vengono quindi sottoposti a test diagnostici per capire il motivo del difetto, sia che si tratti di errori di fabbricazione o di fattori esterni.

Tuttavia, grazie all’impegno profuso dall’azienda per realizzare prodotti che puntano a qualità ed eccellenza, si è riscontrato che quasi nessuno dei reclami ricevuto per i prodotti in garanzia è dovuto a errori di fabbricazione, in particolare per quanto riguarda le candele e le candelette.

Per entrambe le tipologie di prodotto, quasi tutti i reclami sono il risultato di vari fattori esterni come una errata installazione, incrostazioni o condizioni inefficienti del motore.

Sebbene questa sia un’ottima notizia per l’azienda, non è di gran conforto per il cliente che potrebbe trovarsi di fronte a costi di riparazione potenzialmente elevati.

Lo specialista dell’accensione spiega come evitare le problematiche più comuni per l’accensione.

Come evitare depositi carboniosi sulle candele

Questo è di gran lunga il problema più comune con le candele: questo genere di reclami viene respinto perché le incrostazioni carboniose si verificano per fattori esterni, non per errori di fabbricazione. Quando una candela si sporca, la punta dell’isolatore viene ricoperta da una sostanza estranea come carburante, olio o carbone, facendo scaricare a massa la scintilla, e questo si traduce in un malfunzionamento del motore o in un mancato avviamento.

“Le ragioni più comuni del verificarsi di questa situazione includono un errato range di temperature di esercizio, un processo di combustione del motore non ottimale e condizioni di funzionamento non ottimali, come il guidare a lungo a bassa velocità e i viaggi brevi”, spiega Kai Wilschrei, Senior Manager Technical Service Aftermarket EMEA presso NGK Spark Plug Europe. “Ad esempio, una candela deve raggiungere una temperatura di 450 °C prima di iniziare il processo di autopulizia bruciando i depositi carboniosi. Viaggi brevi e bassa velocità, tuttavia, impediscono alla candela di raggiungere questa temperatura critica, creando le condizioni per un accumulo di residui”, avverte.

Fortunatamente ci sono molte precauzioni che possono essere adottate per evitare che ciò accada. L’esperto raccomanda di “assicurarsi che la miscela aria / carburante sia corretta; controllare regolarmente i componenti del sistema di accensione come cavi, bobine e cappucci per segni di usura; di tanto in tanto guidare a velocità più elevate e per periodi più lunghi; utilizzare una candela con il grado termico idoneo per ogni specifico motore.”

È interessante notare che alcune delle candele con imbrattamento, che sono state rese come reclamo, in realtà funzionano perfettamente dopo essere state pulite, racconta Kai Wilschrei. “Ciò dimostra il ruolo vitale che i fattori esterni citati prima possono svolgere, sia sulle candele sia sulla salute generale del motore. La semplice sostituzione di una candela sporca con una nuova può risolvere temporaneamente il problema, ma in realtà lo rimanda a una data successiva”, afferma.

La coppia corretta è fondamentale

Un’altra situazione comune nei casi di reclamo in garanzia che vengono respinti, è dovuta all’errata coppia di serraggio durante l’installazione; se la coppia impostata è troppo bassa, esiste il rischio di perdita di compressione e surriscaldamento della candela. Inoltre, l’isolante e gli elettrodi si possono danneggiare a causa di vibrazioni eccessive.

D’altra parte, se la coppia è impostata su un valore troppo elevato, il corpo metallico della candela sarà sottoposto a sollecitazioni eccessive, aumentando la probabilità di cedimento o espansione. L’espansione può causare un problema nelle zone di dissipazione del calore. Surriscaldamento, fusione degli elettrodi e persino danni al motore sono altri potenziali rischi.

“È fondamentale avvitare una candela alla coppia di serraggio o all’angolazione specificati”, afferma Wilschrei. “Innanzitutto, è necessario pulire i fori delle candele eliminando il lubrificante, lo sporco e i depositi. Quindi avvitare a fondo il connettore fino a quando la guarnizione incontra la testa del cilindro. Posizionare il connettore / guarnizione con una chiave dinamometrica alla coppia specificata. Se si usa una chiave standard, ruotarla nell’angolazione indicata”, afferma.

L’uso di una chiave idonea per l’installazione è un altro fattore importante che viene spesso trascurato. “Una chiave di questo tipo dovrebbe garantire che la candela possa essere inserita saldamente al suo interno”, spiega Wilschrei. “L’uso di una chiave di scarsa qualità può provocare la rottura dell’isolante ceramico durante il montaggio, causando un guasto al motore”, informa l’esperto.

È importante ricordare anche che in alcuni veicoli è necessario l’uso di strumenti non standard per una corretta installazione della candela. “Il nostro reparto garanzie riceve in reso un numero crescente di candele ZKBR7A-HTU con il reclamo che si sono guastate o non funzionavano correttamente. Tutte queste candele sono installate nei motori BMW N43 (4 cilindri) o N53 (6 cilindri)”, informa l’esperto. “In questi motori particolari, tuttavia, le candele sono installate con un angolo superiore a 5°. L’installazione di candele in questi specifici propulsori può essere effettuata solo con una chiave speciale dotata di snodo articolato. I test effettuati sulle candele rese hanno rilevato che questo strumento obbligatorio non era stato utilizzato, il che significa che abbiamo dovuto rifiutare i reclami in garanzia”, afferma Wilschrei.

Rimozione e installazione delle candelette

Il calore eccessivo dovuto alla perdita di carburante dagli iniettori, la tensione eccessiva causata da un controller difettoso o la sporcizia nel foro della candeletta, sono alcuni dei motivi più comuni per il malfunzionamento della candeletta nei motori diesel. Ciò richiederà la sua sostituzione, cosa che potrebbe anche causare problemi.

Tuttavia, secondo Wilschrei, è possibile evitare facilmente qualsiasi problema se si rispettano le corrette procedure precauzionali. “Quando è necessario sostituire una candeletta, si consiglia di applicare un olio motore sintetico attorno a ciascuna candeletta e idealmente lasciare che penetri per almeno una settimana. Ciò riduce il rischio di rottura e ne facilita la rimozione”, afferma.

“Quando si inizia a rimuovere le candelette è necessario far scaldare il motore poiché le candelette si allentano più facilmente quando il motore è caldo e utilizzare una chiave dinamometrica adatta, in grado di misurare la coppia di allentamento, impostata sui valori del punto di rottura. Una volta rimossa la candeletta, utilizzare un alesatore per fori specifico per candelette con grasso privo di silicone per pulire e svuotare ogni foro dai depositi di carboniosi. Infine, montare manualmente le nuove candelette nelle loro sedi e serrarle, utilizzando una chiave dinamometrica impostata correttamente”, raccomanda Wilschrei.

I vantaggi del test sui resi in garanzia

Sebbene i test condotti sui reclami per i prodotti resi in garanzia svolgano un ruolo importante in termini di rilevamento dell’origine del guasto, secondo Wilschrei questi offrono ulteriori vantaggi. “Naturalmente ci consentono di migliorare la qualità dei nostri prodotti, ma ci aiutano anche a educare i nostri clienti su come risparmiare denaro mantenendo sani i sistemi di accensione delle loro auto”, afferma.

“Per chiunque desideri saperne di più, consiglio vivamente di visitare TekniWiki (www.tekniwiki.com), la piattaforma di informazioni tecniche di NGK Spark Plug. Questo hub interattivo fornisce informazioni dettagliate e di facile comprensione relative alla manutenzione, rimozione e installazione di tutti i prodotti della nostra azienda”, sottolinea Wilschrei.


About NGK Spark Plug:

Nel mondo: NGK Spark Plug è uno dei principali fornitori di prodotti automotive e ceramiche tecniche, con sede centrale a Nagoya, in Giappone, e organizzazioni di vendita e impianti di produzione in tutto il mondo.

Il settore automotive dell’azienda è specializzato nei campi dell’accensione e della tecnologia applicata ai sensori, e fornisce clienti in Primo Impianto in tutto il mondo.

Per l’Aftermarket, il suo portafoglio di prodotti comprende candele, candelette, bobine di accensione e cavi con il marchio NGK Ignition Parts. Con il marchio NTK Vehicle Electronics, l’azienda offre sensori ossigeno (compresi i sensori di NOx), sensori temperatura dei gas di scarico (EGTS), sensori MAF e sensori MAP, nonché sensori velocità e posizione.

Con circa 16.000 dipendenti, le attività dei comparti automotive e ceramiche tecniche dell’azienda generano un fatturato annuo globale di circa 3,5 miliardi di euro in tutto il mondo.

Le vendite EMEA di NGK Spark Plug (comprese le sue filiali in UE, Regno Unito, Francia ed Eurasia) rappresentano il 26,1% di questo fatturato globale.

NGK Spark Plug opera in tutti i continenti e conta 41 società nel gruppo, 29 impianti di produzione e quattro centri tecnici.

Aftermarket EMEA: NGK Spark Plug è cresciuta in maniera molto significativa in tutto il mercato aftermarket da quando negli anni 70 ha ampliato il suo campo di attività, oltre i ricambi per motociclette, ed entrando nel settore automotive.

Con un eccezionale impegno in termini di qualità, tecnologia, ricerca e sviluppo, l’azienda è diventata la numero uno al mondo per candele e sensori ossigeno, e un fornitore leader di candelette, bobine di accensione e cavi, nonché di ulteriori tecnologie applicate ai sensori.

Il quartier generale regionale di NGK Spark Plug a Ratingen, in Germania, serve il mercato aftermarket in Europa, Medio Oriente e Africa. Nella regione EMEA l’azienda ha dieci società del gruppo e più di 1.000 dipendenti, oltre a due stabilimenti produttivi in Francia e in Sudafrica e un centro tecnico in Germania.

Per maggiori informazioni consultare il sito http://www.ngkntk.com/

Per informazioni contattare

Enrico Lo Russo
Manager Marketing Aftermarket Italy
NGK SPARK PLUG EUROPE GmbH
Branch Office in Italy
Via delle Azalee 15 · I-20090 Buccinasco (Milano) · www.ngkntk.it
Tel: +39.02.488.869.13
Cell: +39.340 4931.275
E-mail: lorusso@ngkntk.it

NGK SPARK PLUG ALL’AVANGUARDIA NELL’INNOVAZIONE E NELLA SOSTENIBILITÀ GRAZIE AL COINVOLGIMENTO NELLA SHELL ECO-MARATHON

Ratingen, 29.04.2020

La Shell Eco-marathon è una competizione unica. Per oltre 30 anni, le Università di tutta Europa hanno costruito auto e gareggiato non per vedere chi poteva arrivare per primo alla bandiera a scacchi, ma per scoprire chi poteva raggiungere la distanza maggiore con un litro di carburante.

È una competizione sportiva non convenzionale in cui si gareggia per la mobilità sostenibile, per migliorare l’efficienza del carburante e per l’innovazione tecnologica.

Queste sono tematiche ideali per NGK Spark Plug, lo specialista a livello mondiale in sensoristica e accensione, pertanto l’azienda si è dimostrata entusiasta nell’accettare l’invito di supportare con le sue attrezzature tecniche il team “Hanseatic Efficiency” dell’Università di Rostock.

Imparare facendo

Per l’Università di Rostock, la Shell Eco-marathon offre agli studenti un’occasione perfetta per impegnarsi in un lavoro di collaborazione.

“Gli studenti di diverse facoltà, come ingegneria meccanica oppure elettronica e fisica, imparano a lavorare insieme come una squadra per un vero progetto di ingegneria; quindi, in effetti, è una forma di esperienza lavorativa molto utile che li agevolerà nelle loro future carriere”, afferma Nikita Vetter, team manager di “Hanseatic Efficiency”. Inoltre, il progetto consente loro di mettere alla prova le proprie conoscenze. “È un ambiente veramente stimolante e innovativo e consente ai nostri studenti di combinare teoria e pratica”, conclude Vetter.

Fondato nel 2008, il team “Hanseatic Efficiency” ha partecipato alla sua prima competizione l’anno successivo, che di per sé è già un risultato degno di nota: infatti essere ammessi alla competizione non è un’impresa semplice, con i team che devono passare attraverso diverse fasi di progettazione. Questo processo culmina in un’ispezione tecnica da parte del team Shell Eco-marathon che esamina gli aspetti critici del veicolo e la sua sicurezza.

Le squadre che partecipano possono scegliere tra due categorie: la categoria “UrbanConcept” di cui fanno parte veicoli a 4 ruote con caratteristiche simili a quelle dei veicoli che vanno su strada, e la categoria “Prototype”, che generalmente riguarda veicoli a 3 ruote, che si distinguono per la particolare enfasi sulla leggerezza e l’elevata efficienza.

Ogni categoria è poi suddivisa in tre sottocategorie in base al tipo di alimentazione: 1) la categoria dei motore a combustione interna (ICE), che consente l’uso di benzina, diesel ed etanolo, GPL e GNL; 2) la categoria batteria elettrica; 3) la categoria celle combustibili a idrogeno.

Il team “Hanseatic Efficiency” gareggia nella categoria “Prototype”, partecipando alla sottocategoria ICE, sin dalla sua inaugurazione nel 2017. “Preferiamo questa categoria perché è quella che permette di spingere il veicolo fino al suo limite massimo in termini tecnici e fisici. In questa categoria c’è meno enfasi sulla necessità di ottenere l’omologazione stradale. Questi prototipi possono raggiungere prestazioni particolarmente elevate perché corrono in condizioni ideali. Ad esempio, c’è un solo pilota, tre pneumatici e cerchiamo di frenare il meno possibile”, afferma Vetter.

La nuova categoria ICE, a suo avviso, ha migliorato la competizione. “Offre una migliore comparabilità tra prototipi con motori a combustione. Il confronto diretto fra questi prototipi, indipendentemente dal carburante utilizzato, promuove una competizione in cui emerge il motore a combustione più efficiente”, conclude Vetter.

Oltre 10 anni di esperienza

Con oltre dieci anni di esperienza come team, il veicolo della squadra “Hanseatic Efficiency” ha subito molte iterazioni e modifiche, che hanno portato a grandi progressi. Questi possono essere visti nell’attuale auto del team, il “Larus”, che è stato lanciato nel 2018.

“L’esperienza che abbiamo maturato, così come i progressi della tecnologia a cui abbiamo assistito nell’ultimo decennio, sono racchiusi nel nostro attuale veicolo”, dice Vetter.

“Nel corso degli anni, abbiamo ridotto il nostro coefficiente di resistenza ottimizzando la carrozzeria del veicolo e utilizzando pneumatici interni e specchi retrovisori. Ora utilizziamo anche un sistema di gestione del motore e un collettore di aspirazione, entrambi sviluppati da noi; lo scambio di carica è stato migliorato dalla regolazione della fasatura della valvola, da variazioni della camma, mentre l’introduzione di una scatola del cambio ha ridotto la velocità della catena. Queste variazioni hanno portato il motore a combustione a funzionare a una velocità ottimale il più a lungo possibile; abbiamo anche usufruito di progressi nella tecnologia di stampa 3D: utilizziamo infatti molte parti stampate in 3D per ridurre il peso del veicolo”, spiega Vetter.

Sebbene la pandemia di Covid-19 abbia interrotto quest’anno la Shell Eco-marathon, il team “Hanseatic Efficiency” è impaziente di continuare a migliorare il suo “Larus”. “Abbiamo rielaborato il telaio per renderlo più leggero e perfezionato la carrozzeria per ottenere i migliori valori possibili del coefficiente di resistenza. Attualmente stiamo riscrivendo i microcontrollori nel linguaggio di programmazione C ++ (che sostituisce Bascom), cosa che faciliterà i nuovi membri del team nel mettersi a pari e aggiornarsi velocemente. Stiamo anche ricostruendo lo sterzo per contribuire a migliorare la sicurezza del conducente e stiamo lavorando all’attuazione di un sistema di localizzazione in tempo reale per l’auto al fine di migliorare la comunicazione tra l’auto e il team. Questo sarà un vero miglioramento per le nostre due donne pilota, Nadine e Caro, quando saranno sedute volante”, conclude Vetter.

Sensori ossigeno NTK

NGK Spark Plug ha fornito per la prima volta i kit di sensori ossigeno NTK garantendo così un ulteriore vantaggio a “Larus”. I sensori ossigeno, infatti, sono progettati per mantenere un perfetto rapporto aria-carburante e assicurare una conversione ottimale del carburante in condizioni difficili per il motore permettendo di ridurre le emissioni nocive e minimizzare il consumo di carburante del veicolo.

“I sensori ossigeno NTK giocano un ruolo decisivo”, afferma Vetter. “Ci aiuteranno a realizzare un processo di combustione particolarmente economico, che alla fine ci aiuterà a ridurre le emissioni, che è uno dei punti principali della Shell Eco-marathon”, dichiara Vetter.

“Per NGK Spark Plug, una competizione come la Shell Eco-marathon è perfettamente in linea con i valori della nostra azienda”, afferma Tobias Reichmann, Account Sales & Business Analyst Automotive Components Group di NGK Spark Plug. “La competizione non solo contribuisce positivamente all’obiettivo di ridurre le emissioni dei veicoli, ma ci consente anche di sostenere e promuovere i giovani di oggi e allo stesso tempo rafforzare il nostro impatto in termini di innovazione e sostenibilità”, afferma Reichmann.

IL NUOVO FANSHOP DI NGK SPARK PLUG E’ ONLINE!

RATINGEN, 09.04.2020

NGK SPARK PLUG, lo specialista leader mondiale nel campo dell’accensione e della sensoristica, ha lanciato all’inizio di Aprile 2020 il nuovo Fanshop online. Il nuovo store online permette ai fan dell’azienda giapponese di acquistare prodotti lifestyle di prima qualità rigorosamente brandizzati NGK SPARK PLUG.

L’obiettivo principale dello shop online è quello di rafforzare la grande reputazione del brand e di ricompensare la fedeltà dei fan soddisfando la loro richiesta di prodotti lifestyle brandizzati NGK SPARK PLUG.

Disponibile in inglese e in tedesco, il nuovo fanshop effettua consegne in tutti i paesi dell’Unione Europea e prevede costi di spedizione ben definiti; i metodi di pagamento disponibili includono PayPal, instant transfer e addebito diretto.

Per assicurare che il fanshop decolli da subito, NGK SPARK PLUG si è avvalsa della collaborazione di partner con grande esperienza nel campo del merchandising e delle vendite online. Questo per garantire ai clienti B2B e B2C la miglior esperienza di acquisto possibile. In linea con la politica ambientale dell’azienda, tutti gli articoli venduti dal fanshop saranno consegnati con spedizioni a emissioni zero. Inoltre tutti i packaging delle spedizioni saranno in carta, per eliminare del tutto l’utilizzo della plastica.

Il fanshop è integrato nel sito NGK SPARK PLUG EMEA (ngkntk.com) come un subdominio (shop.ngkntk.com). Dopo il go live dello shop, lo stesso verrà pubblicizzato tramite pagine social come Instagram e Linkedin. Sulla pagina Facebook, inoltre, sarà disponibile un link che consentirà ai follower di accedere direttamente al fanshop.

Dato il grande numero di persone che utilizzano lo smartphone per i loro acquisti, è stata creata una piattaforma online ‘mobile first’, che assicura un’esperienza di navigazione e di acquisto ottimale.

Nel fanshop sono già disponibili diversi prodotti di alta qualità brandizzati NGK Ignition Parts e NTK Vehicle Eletronics. I prodotti presenti vanno dall’abbigliamento (t-shirt, cappellini, etc…) fino all’oggettistica (portachiavi, borsoni, etc…), ma l’offerta sarà regolarmente implementata nel corso del tempo.

 “Siamo molto emozionati per questa nuova opportunità di business”, ha affermato Frank Massia, Direttore Marketing Aftermarket EMEA di NGK SPARK PLUG EUROPE. “Questo nuovo canale online consentirà a tutti i nostri fan e agli appassionati di motore di poter acquistare per la prima volta prodotti lifestyle che riflettono la lealtà verso i componenti automotive da loro utilizzati.”

About NGK Spark Plug:

Nel mondo: NGK Spark Plug è uno dei principali fornitori di prodotti automotive e ceramiche tecniche, con sede centrale a Nagoya, in Giappone, e organizzazioni di vendita e impianti di produzione in tutto il mondo.

Il settore automotive dell’azienda è specializzato nei campi dell’accensione e della tecnologia applicata ai sensori, e fornisce clienti in Primo Impianto in tutto il mondo.

Per l’Aftermarket, il suo portafoglio di prodotti comprende candele, candelette, bobine di accensione e cavi con il marchio NGK Ignition Parts. Con il marchio NTK Vehicle Electronics, l’azienda offre sensori ossigeno (compresi i sensori di NOx), sensori temperatura dei gas di scarico (EGTS), sensori MAF e sensori MAP, nonché sensori velocità e posizione.

Con circa 16.000 dipendenti, le attività dei comparti automotive e ceramiche tecniche dell’azienda generano un fatturato annuo globale di circa 3,5 miliardi di euro in tutto il mondo.

Le vendite EMEA di NGK Spark Plug (comprese le sue filiali in UE, Regno Unito, Francia ed Eurasia) rappresentano il 26,1% di questo fatturato globale.

NGK Spark Plug opera in tutti i continenti e conta 41 società nel gruppo, 29 impianti di produzione e quattro centri tecnici.

Aftermarket EMEA: NGK Spark Plug è cresciuta in maniera molto significativa in tutto il mercato aftermarket da quando negli anni 70 ha ampliato il suo campo di attività, oltre i ricambi per motociclette, ed entrando nel settore automotive.

Con un eccezionale impegno in termini di qualità, tecnologia, ricerca e sviluppo, l’azienda è diventata la numero uno al mondo per candele e sensori ossigeno, e un fornitore leader di candelette, bobine di accensione e cavi, nonché di ulteriori tecnologie applicate ai sensori.

Il quartier generale regionale di NGK Spark Plug a Ratingen, in Germania, serve il mercato aftermarket in Europa, Medio Oriente e Africa. Nella regione EMEA l’azienda ha dieci società del gruppo e più di 1.000 dipendenti, oltre a due stabilimenti produttivi in Francia e in Sudafrica e un centro tecnico in Germania.

Per maggiori informazioni consultare il sito http://www.ngkntk.com/

Per informazioni contattare

Enrico Lo Russo
Manager Marketing Aftermarket Italy
NGK SPARK PLUG EUROPE GmbH
Branch Office in Italy
Via delle Azalee 15 · I-20090 Buccinasco (Milano) · www.ngkntk.it
Tel: +39.02.488.869.13
Cell: +39.340 4931.275
E-mail: lorusso@ngkntk.it

UNA PIONERISTICA CANDELA D’ACCENSIONE NGK CONTRIBUISCE A POTENZIARE I MOTORI GPL E METANO

Ratingen, 14.02.2020

L’idea di dimezzare i costi del carburante per auto, riducendo al contempo le emissioni, sembra ambiziosa. Eppure questo obiettivo oggi può essere facilmente ottenuto, grazie ad alcune tecnologie che esistono da decenni: le alimentazioni a GPL (gas di petrolio liquefatto) e CNG (gas naturale compresso o metano). Lo specialista leader nelle candele d’accensione NGK Spark Plug ha sviluppato candele esclusive per ottimizzare le performance di queste alimentazioni alternative.

Tutto su GPL e metano

Tanto il GPL quanto il metano sono carburanti estremamente versatili, economici e sostenibili. Il GPL si trova come sottoprodotto dell’estrazione di gas naturale o come risultato automatico del processo di raffinazione del petrolio, ed è costituito da propano, butano o da una miscela dei due. Conosciuto anche come Autogas, Propano, Autogas Propano, LPG oppure GLP, il GPL è il terzo carburante per motori più utilizzato al mondo. Si stima che siano 23 milioni i veicoli alimentati a GPL a livello globale ed è estremamente popolare in Europa Orientale, Benelux, Germania, Austria e svizzera Tedesca.

A pressione e temperatura normali, il GPL ha la consistenza di un gas; quando viene messo sotto pressione o raffreddato, tuttavia, si condensa e passa ad uno stato liquido, riducendosi a 1/250 del suo volume originale. Ciò significa che è facile trasportare elevate quantità di energia in spazi ridotti.

Il CNG, d’altra parte, è un prodotto diretto del processo di estrazione del gas naturale. Composto principalmente da metano, il gas naturale compresso ha una temperatura di accensione relativamente elevata, di circa 700 ° C. A differenza del GPL, il metano è un carburante che esiste sempre allo stato gassoso, il che significa che richiede più spazio per lo stoccaggio. Si stima che oltre 20 milioni di veicoli funzionino a metano a livello globale.

Costi ridotti ed emissioni eccellenti

Il passaggio al gas offre molti vantaggi agli automobilisti, il principale è di natura economica; grazie alle politiche di molti governi, i veicoli a GPL e metano spesso ricevono incentivi governativi in molti paesi. Inoltre, GPL e metano permettono un reale risparmio in termini di costo del carburante.

Anche se i prezzi variano da paese a paese, il costo medio del GPL è sensibilmente più economico di quello di benzina e diesel; in molti casi, oltre il 50% in meno; i possessori di un veicolo GPL possono aspettarsi un risparmio medio fino al 40% sulle spese di carburante ogni anno. Il metano è generalmente anche più economico del GPL, sebbene produca meno della metà della quantità di energia rispetto al GPL; con il risultato che il GPL è più conveniente nel lungo periodo.

Bisogna anche considerare che esiste una forte motivazione in termini ambientali per il passaggio a GPL e metano, che tra tutti i combustibili fossili sono quelli con minori emissioni; il metano è il combustibile più pulito dei due, in quanto produce una minor quantità di gas nocivi.

Il GPL, tuttavia, offre anche ulteriori vantaggi. Alcuni studi, ad esempio, hanno dimostrato che l’uso di GPL anziché di benzina o diesel contribuisce a ridurre notevolmente le emissioni di CO (monossido di carbonio), CO2 (anidride carbonica) NOx (ossidi di azoto) e HC (idrocarburi). Il GPL, ad esempio, produce il 68% in meno di NOx rispetto alla benzina e il 96% in meno rispetto al diesel, per non parlare del particolato che è ben 120 volte inferiore rispetto al diesel. Inoltre, i gas di scarico del GPL non contengono praticamente nerofumo, che è uno dei principali fautori del riscaldamento globale e rappresenta un grave pericolo per la salute.

Conversione a gas dei veicoli

Sebbene i veicoli a GPL siano disponibili così in origine, è più comune che vengano convertiti. Ciò richiede l’installazione da parte di un’officina di un secondo sistema di alimentazione. A seconda del paese, la trasformazione di un motore a benzina in GPL può richiedere fino a sette giorni di lavorazione e costare tra i 1.000 e i 3.000 euro.

Quando un’auto viene convertita a gas, spesso il serbatoio del GPL viene collocato nel bagagliaio al posto dello pneumatico di scorta; alla partenza, il veicolo utilizza la benzina, il che significa che serve ancora un po’ di carburante nel serbatoio principale. Quando il motore si riscalda, dopo circa un chilometro, l’auto passa automaticamente al GPL. Percorsi più lunghi possono essere affrontati senza fare rifornimento, perché quando il serbatoio di GPL si svuota, l’auto ritorna automaticamente alla benzina. Anche le auto ibride possono essere convertite al GPL, rendendole più economiche da guidare e ancora più rispettose dell’ambiente.

La conversione di un veicolo in metano è più costosa: a causa dello stato gassoso del carburante, un serbatoio CNG di solito occupa più spazio nel bagagliaio, dove viene normalmente montato; comunque molto spesso viene già fornito come primo impianto dalle case auto. Come accade nei veicoli GPL, è possibile passare dal metano alla benzina; inoltre i veicoli più moderni possono partire a freddo direttamente con il metano, eliminando del tutto la necessità della benzina.

GPL LaserLine: la soluzione su misura per i motori a gas

GPL e metano, tuttavia, sottopongono l’accensione a forti richieste, rendendo così particolarmente importante la selezione delle candele. La serie LPG LaserLine di NGK Spark Plug è stata la prima gamma di candele aftermarket progettata appositamente per le auto a gas.

Comprende otto referenze con doppi metalli preziosi, per una copertura del mercato europeo di circa il 95%. “Queste candele sono ideali per alimentazioni a GPL, metano e bi-fuel”, afferma Kai Wilschrei, Senior Manager Technical Services Aftermarket EMEA presso NGK Spark Plug Europe. “Prima di colmare questa lacuna, le uniche candele disponibili per i motori a gas erano quelle utilizzate e più adatte ai motori benzina. Ciò ha causato alcuni inconvenienti per i motori a gas.

Uno dei problemi era il rischio di guasto della bobina di accensione. Poiché la combustione del gas è più difficile da ionizzare rispetto alla combustione della benzina, è necessaria una tensione di accensione più elevata (che aumenta fino a 7.000 Volt) per i motori a GPL e GNC. Ciò può creare le condizioni per il guasto della bobina di accensione, nonché per la sua prematura usura. Le candele LPG LaserLine contrastano questo problema, grazie ad un elettrodo centrale con riporto all’Iridio permettendo allo stesso di essere molto sottile e un elettrodo di massa con un chip di platino;”, conferma Wilschrei. “Questo concentra la tensione su un punto, di modo che la scintilla di accensione passi a una tensione inferiore, riducendo in definitiva lo stress sulle bobine di accensione.”

Un’ulteriore sfida risolta dalle candele LPG LaserLine è quella della corrosione; durante la combustione, nei motori a gas si formano acidi aggressivi che possono corrodere il filo della candela, ciò può rendere difficile rimuovere la candela alla fine della sua durata o danneggiare la testa del cilindro. “Le candele LPG LaserLine sono dotate di uno speciale rivestimento per garantire una protezione ottimale dalla corrosione degli acidi, assicurando che possano essere facilmente rimosse anche dopo 60.000 km”, rivela l’esperto.

In effetti, 60.000 km è l’intervallo raccomandato per la sostituzione delle candele LPG LaserLine. Questo è notevolmente più lungo rispetto a quello delle candele standard utilizzate nei motori a gas, che in genere devono essere sostituite due volte prima di quanto lo sarebbero normalmente in un motore a benzina. La loro resistenza è dovuta ai due elettrodi in metallo prezioso, che nonostante il loro piccolo diametro, non sono quasi mai soggette a erosione. “La gamma offre un vero risparmio a lungo termine”, afferma Wilschrei. “Non solo i proprietari di veicoli a gas risparmiano denaro dovendo acquistare meno spesso delle nuove candele, ma riducono anche i costi di installazione.”

La gestione del calore è un’ulteriore sfida. La maggior parte dei veicoli a GPL e metano hanno la possibilità, con il semplice tocco di un pulsante, di passare dal gas alla benzina come fonte di alimentazione. La temperatura di combustione nei motori a gas, tuttavia, è superiore rispetto a quelli a benzina. Ciò significa che la candela deve essere in grado di dissipare più calore, motivo per cui le candele LPG LaserLine hanno un regolatore di calore. “Aumentare semplicemente il valore del calore comporterebbe il rischio di creare depositi carboniosi nelle candele quando il motore è alimentato a benzina, poiché, a seconda delle condizioni di guida, potrebbero non essere in grado di raggiungere la temperatura necessaria per attivare l’autopulizia”, avverte Wilschrei. “Per evitare che ciò accada, le candele LPG LaserLine funzionano con un maggior intervallo di temperature, che consente loro di funzionare in modo ottimale sia a gas sia a benzina senza surriscaldamento o depositi.”

Kai Wilschrei è orgoglioso di questa tecnologia avanzata. “In NGK Spark Plug, abbiamo una risposta a tutte le esigenze speciali di GPL e metano. Le nostre candele per veicoli a gas offrono una copertura aftermarket molto elevata, per quasi 100 milioni di veicoli in Europa. Indipendentemente dall’ambito, anche di nicchia, siamo sempre interessati nello sviluppo della tecnologia di accensione ottimale per soddisfare le esigenze di ogni veicolo.”

Con oltre 80 anni di esperienza e un vasto portafoglio di prodotti, che comprende candele, candelette, bobine di accensione e cavi, nonché una vasta gamma di sensori, non sorprende che NGK Spark Plug sia la scelta affidabile di distributori, officine e automobilisti in tutto il mondo.

Box

LPG LaserLine: tecnologia all’avanguardia delle candele per motori a gas

1. Elettrodi ad alte prestazioni: gli elettrodi con doppio metallo prezioso brevettati non si erodono in condizioni di combustione del gas, prolungando le prestazioni.

2. Svolgimento delle bobine di accensione: l’elettrodo centrale sottile da 0,6 mm in Iridio funziona con una bassa tensione di accensione, riducendo lo stress sulle bobine di accensione. La fiamma si espande anche più velocemente, favorendo l’accensione.

3. Comportamento termico ottimale: il nucleo di rame all’interno dell’elettrodo di terra dissipa più calore, regolando le alte temperature di combustione del gas.

4. Spazio tra gli elettrodi preimpostato: uno spazio di 0,8 mm tra gli elettrodi evita la regolazione manuale.

5. Schermo termico protettivo: l’esclusivo rivestimento in lega di cromo protegge l’alloggiamento dalla corrosione, salvaguardando la durata della candela.

About NGK Spark Plug:

Nel mondo: NGK Spark Plug è uno dei principali fornitori di prodotti automotive e ceramiche tecniche, con sede centrale a Nagoya, in Giappone, e organizzazioni di vendita e impianti di produzione in tutto il mondo.

Il settore automotive dell’azienda è specializzato nei campi dell’accensione e della tecnologia applicata ai sensori, e fornisce clienti in Primo Impianto in tutto il mondo.

Per l’Aftermarket, il suo portafoglio di prodotti comprende candele, candelette, bobine di accensione e cavi con il marchio NGK Ignition Parts. Con il marchio NTK Vehicle Electronics, l’azienda offre sensori ossigeno (compresi i sensori di NOx), sensori temperatura dei gas di scarico (EGTS), sensori MAF e sensori MAP, nonché sensori velocità e posizione.

Con circa 16.000 dipendenti, le attività dei comparti automotive e ceramiche tecniche dell’azienda generano un fatturato annuo globale di circa 3,5 miliardi di euro in tutto il mondo.

Le vendite EMEA di NGK Spark Plug (comprese le sue filiali in UE, Regno Unito, Francia ed Eurasia) rappresentano il 26,1% di questo fatturato globale.

NGK Spark Plug opera in tutti i continenti e conta 41 società nel gruppo, 29 impianti di produzione e quattro centri tecnici.

Aftermarket EMEA: NGK Spark Plug è cresciuta in maniera molto significativa in tutto il mercato aftermarket da quando negli anni 70 ha ampliato il suo campo di attività, oltre i ricambi per motociclette, ed entrando nel settore automotive.

Con un eccezionale impegno in termini di qualità, tecnologia, ricerca e sviluppo, l’azienda è diventata la numero uno al mondo per candele e sensori ossigeno, e un fornitore leader di candelette, bobine di accensione e cavi, nonché di ulteriori tecnologie applicate ai sensori.

Il quartier generale regionale di NGK Spark Plug a Ratingen, in Germania, serve il mercato aftermarket in Europa, Medio Oriente e Africa. Nella regione EMEA l’azienda ha dieci società del gruppo e più di 1.000 dipendenti, oltre a due stabilimenti produttivi in Francia e in Sudafrica e un centro tecnico in Germania.

Per maggiori informazioni consultare il sito http://www.ngkntk.com/

Per informazioni contattare

Enrico Lo Russo
Manager Marketing Aftermarket Italy
NGK SPARK PLUG EUROPE GmbH
Branch Office in Italy
Via delle Azalee 15 · I-20090 Buccinasco (Milano) · www.ngkntk.it
Tel: +39.02.488.869.13
Cell: +39.340 4931.275
E-mail: lorusso@ngkntk.it

PERCHÉ I MOTORI DIESEL RIVESTONO UN RUOLO IMPORTANTE OGGI E ANCHE IN FUTURO. E IN PIÙ: PERCHÉ RICHIEDONO UNA CURA PARTICOLARE NEL CORSO DI TUTTO L’ANNO.

Ratingen, 29 gennaio 2020

Un “cavallo da lavoro” super efficiente e un’auto da flotta ideale, con emissioni sempre più in calo: questi sono solo alcuni dei vantaggi dei motori Diesel. Lo specialista mondiale in prodotti di accensione, NGK Spark Plug, spiega perché i motori Diesel rimangono un propulsore prezioso per il futuro e fornisce consigli su come farli funzionare senza problemi.

I moderni veicoli Diesel rimangono giustamente popolari in tutto il mondo: sono silenziosi, economici e hanno buone prestazioni in termini di emissioni; la loro potenza ed efficienza nei consumi li rende anche una scelta ideale per le flotte di veicoli commerciali. I motori Diesel rimangono, quindi, un’opportunità importante per il settore aftermarket e un’area di investimento tecnologico per il fornitore di candelette numero uno al mondo.

I vantaggi del guidare un Diesel

I veicoli ad alimentazione Diesel offrono una serie di vantaggi agli automobilisti e ai proprietari di flotte, ad esempio in termini di efficienza nei consumi sulle lunghe distanze nessun motore a combustione può essere paragonabile: una miglior efficienza nei consumi di circa il 20-30% rispetto ai corrispondenti motori benzina.

Ciò significa che, sebbene inizialmente possano essere più costosi al momento dell’acquisto, consentono maggiori risparmi nel lungo periodo; inoltre i motori Diesel hanno una maggior “potenza di traino” rispetto ai motori a benzina.

Kai Wilschrei, Senior Manager Technical Services Aftermarket EMEA di NGK Spark Plug Europe, spiega: “i motori Diesel producono una coppia più elevata a un minor numero di giri al minuto (RPM) rispetto ai motori benzina. Maggiore è la coppia – o la forza di rotazione – prodotta dall’albero motore, maggiore è la sua efficienza.

Coppia ed efficienza nei consumi si rivelano vantaggiose anche per i motori Diesel di maggiori dimensioni come quelli di camion, autobus e veicoli fuoristrada che richiedono una più elevata potenza di traino. “I mezzi pesanti con motori Diesel possono superare quelli a benzina – continua Kai Wilschrei – è un motore che sicuramente si merita la sua reputazione di ‘cavallo da lavoro’.”

Minori emissioni di CO2

Anche per quanto riguarda le emissioni di biossido di carbonio, il Diesel è un’opzione di gran lunga migliore rispetto alle alimentazioni a benzina, in quanto in genere produce il 20% in meno di CO2. “Se l’obiettivo è quello di ridurre le emissioni di CO2, i motori Diesel hanno un ruolo prioritario nel suo raggiungimento” afferma Wilschrei.

Anche le emissioni di NOx sono le più basse di sempre. “Molti veicoli Diesel costruiti in anni recenti sono dotati di catalizzatore (tecnologia SCR, Selective Catalytic Reduction, letteralmente riduzione catalitica selettiva)” spiega Wilschrei. “Questa consente di immettere piccole quantità di AdBlue – una soluzione liquida di urea – nei gas di scarico dei motori Diesel, trasformando così l’80% del NOx in una innocua miscela di vapore acqueo e nitrogeno.”

In effetti, studi condotti dall’associazione automobilistica indipendente tedesca ADAC sugli ultimi modelli di motori Diesel Euro 6C e 6D TEMP di case automobilistiche come Mercedes-Benz, Opel e BMW hanno rivelato che la maggior parte delle auto testate avevano emissioni di NOx che erano significativamente inferiori ai 168 mg/km attualmente consentiti dalle norme Euro 6D-TEMP. I test hanno dimostrato che alcune auto producevano minori emissioni di NOx rispetto alle loro equivalenti a benzina. Secondo l’ADAC, la Mercedes C-Class C220d addirittura ha emesso un quantitativo appena rilevabile di NOx pari a meno di 1 mg durante le prove su strada.

Il ruolo base delle candelette

A differenza dei motori a benzina, che necessitano di una candela per accendersi, i motori Diesel sono propulsori ad autoaccensione. L’aria viene aspirata nei cilindri del motore e fortemente compressa, raggiungendo rapidamente temperature fino a 900 °C. Quando viene immesso il carburante, si accende spontaneamente. In condizioni di freddo, tuttavia, il calore fuoriesce dalle pareti del cilindro, impedendo l’accensione. Il calore aggiuntivo richiesto è fornito dalle candelette. “Agiscono proprio come un riscaldatore a immersione”, conferma l’esperto. “Il cosiddetto ‘preriscaldo’ genera l’aumento di temperatura di cui hanno bisogno tutti i motori Diesel per accendersi in condizioni di clima freddo.”

Opportunità per l’aftermarket

La linea di prodotti di qualità OE dell’azienda è progettata per offrire eccezionali opportunità di vendita per l’aftermarket. “Offriamo candelette per ogni tipologia di tecnologia chiave e copriamo 4.000 applicazioni, equivalenti all’86% dei veicoli in Europa. Ciò significa che è quasi sempre possibile trovare una candeletta NGK appositamente progettata per un funzionamento ottimale dell’auto di ciascun cliente”, afferma Thorsten Schmeing, Product Manager Aftermarket EMEA. “Noi in NGK Spark Plug crediamo nel continuo potenziale delle alimentazioni Diesel e nel ruolo crescente delle candelette nella riduzione delle emissioni. Ci impegniamo a investire in ricerca e sviluppo per migliorare ulteriormente il nostro portafoglio di prodotti. Le candelette rappresentano e rappresenteranno un’importante opportunità di vendita per l’aftermarket, ora e anche in futuro”, conclude l’esperto.

Il ruolo delle candelette durante l’anno

Preriscaldo intermedio: Le candelette aiutano a mantenere pulita la valvola di ricircolo dei gas di scarico (EGR). Quando la temperatura del gas di scarico diminuisce, ad esempio durante la guida in discesa, le candelette aiutano a ridurre l’accumulo di carbonio. Producendo un “preriscaldo intermedio”, le candelette impediscono che la temperatura del gas di scarico scenda al di sotto del livello critico.

Preriscaldo di rigenerazione: Le candelette sono fondamentali per mantenere pulito il filtro antiparticolato (DPF). Per prevenire l’accumulo di fuliggine, le candelette producono un cosiddetto “preriscaldo di rigenerazione”, raggiungendo una temperatura ben superiore ai 1.000 °C per bruciare il carbone intrappolato.

Post-riscaldo: Le moderne candelette contribuiscono anche a rendere più pulite le emissioni dei gas di scarico. Generando un “post-riscaldo” per diversi minuti dopo l’accensione, il gasolio viene completamente bruciato durante la fase di riscaldamento.

I tre principali suggerimenti per la manutenzione delle candelette per un funzionamento affidabile durante tutto l’anno

Cercare difetti: Controllare regolarmente le candelette per verificarne il corretto funzionamento. L’uso di uno strumento di diagnosi per leggere i codici di errore può essere d’aiuto, ma tenete presente che i sistemi meno recenti non vengono monitorati. Pertanto, si consiglia di procedere con la misurazione della corrente assorbita dalla candeletta.

Pinza amperometrica: Utilizzare una pinza amperometrica per verificare il flusso di corrente. Controllare ogni candeletta singolarmente. Con i sistemi più recenti è necessario prima attivare il sistema di candelette con un diagnostico. La sola accensione, infatti, non sempre è sufficiente per l’attivazione delle candelette.

Corretto smontaggio e installazione: Per garantire uno smontaggio senza problemi, immettere olio nelle candelette e lasciarlo agire per alcuni giorni. Questo serve ad evitare che le candelette si spezzino. Con il motore a temperatura di esercizio, allentare con attenzione la vecchia candeletta e rimuovere lo sporco con aria compressa; quindi svitarla. Utilizzare una chiave dinamometrica che possa misurare la coppia di serraggio e assicurarsi che la coppia massima non venga superata per evitare che la candeletta si spezzi. Rimuovere eventuali depositi di carbonio nel foro della candeletta con un alesatore. Per montare la nuova candeletta, avvitarla prima a mano, quindi impostare sulla chiave dinamometrica la corretta coppia di serraggio specificata sulla scatola delle candelette NGK. Posizionare il dado della chiave esattamente sul dado della candeletta e procedere con l’avvitamento.

Ulteriori consigli si trovano su www.tekniwiki.com

About NGK Spark Plug:

Nel mondo: NGK Spark Plug è uno dei principali fornitori di prodotti automotive e ceramiche tecniche, con sede centrale a Nagoya, in Giappone, e organizzazioni di vendita e impianti di produzione in tutto il mondo.

Il settore automotive dell’azienda è specializzato nei campi dell’accensione e della tecnologia applicata ai sensori, e fornisce clienti in Primo Impianto in tutto il mondo.

Per l’Aftermarket, il suo portafoglio di prodotti comprende candele, candelette, bobine di accensione e cavi con il marchio NGK Ignition Parts. Con il marchio NTK Vehicle Electronics, l’azienda offre sensori ossigeno (compresi i sensori di NOx), sensori temperatura dei gas di scarico (EGTS), sensori MAF e sensori MAP, nonché sensori velocità e posizione.

Con circa 16.000 dipendenti, le attività dei comparti automotive e ceramiche tecniche dell’azienda generano un fatturato annuo globale di circa 3,5 miliardi di euro in tutto il mondo.

Le vendite EMEA di NGK Spark Plug (comprese le sue filiali in UE, Regno Unito, Francia ed Eurasia) rappresentano il 26,1% di questo fatturato globale.

NGK Spark Plug opera in tutti i continenti e conta 41 società nel gruppo, 29 impianti di produzione e quattro centri tecnici.

Aftermarket EMEA: NGK Spark Plug è cresciuta in maniera molto significativa in tutto il mercato aftermarket da quando negli anni 70 ha ampliato il suo campo di attività, oltre i ricambi per motociclette, ed entrando nel settore automotive.

Con un eccezionale impegno in termini di qualità, tecnologia, ricerca e sviluppo, l’azienda è diventata la numero uno al mondo per candele e sensori ossigeno, e un fornitore leader di candelette, bobine di accensione e cavi, nonché di ulteriori tecnologie applicate ai sensori.

Il quartier generale regionale di NGK Spark Plug a Ratingen, in Germania, serve il mercato aftermarket in Europa, Medio Oriente e Africa. Nella regione EMEA l’azienda ha dieci società del gruppo e più di 1.000 dipendenti, oltre a due stabilimenti produttivi in Francia e in Sudafrica e un centro tecnico in Germania.

Per maggiori informazioni consultare il sito http://www.ngkntk.com/

Per informazioni contattare

Enrico Lo Russo
Manager Marketing Aftermarket Italy
NGK SPARK PLUG EUROPE GmbH
Branch Office in Italy
Via delle Azalee 15 · I-20090 Buccinasco (Milano) · www.ngkntk.it
Tel: +39.02.488.869.13
Cell: +39.340 4931.275
E-mail: lorusso@ngkntk.it